Progettazione
Ecosostenibile

Una visione più ampia di “Sostenibilità” ove l’Architettura è attrice dinamica e flessibile, capace di ritrovare l’equilibrio fra uomo e natura, rispettando cultura e territorio.

Edifici in Paglia

EDIFICI SOSTENIBILI

Che cosa si intende per sostenibilità nella realizzazione di un edificio? Con questo termine intendiamo una visione a trecentosessanta gradi che considera il rispetto dell’ambiente e la qualità degli spazi, ma anche la cura di chi poi andrà ad abitare quei luoghi. Quando si progetta e realizza un edificio è d’obbligo tenere conto di aspetti fondamentali come sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Questi punti, sono la base di partenza che utilizza un bravo progettista e la tecnica delle balle di paglia agevolano notevolmente il loro compimento. 

CASE IN PAGLIA

Costruire con balle di paglia è probabilmente la migliore alternativa alle tecniche comuni per realizzare edifici biosostenibili. Il futuro della bio-edilizia risiede in un materiale antico.

La paglia è un prodotto naturale, bio-ecologico, rinnovabile ogni anno, recuperabile come materia di scarto del frumento che durante la sua crescita assorbe CO2 e rilascia ossigeno grazie alla fotosintesi. Solitamente i suo surplus viene bruciato dai coltivatori o rimane per anni in depositi agricoli. Per essere utilizzato come materiale in edilizia non ha bisogno di nessun tipo di trattamento artificiale o naturale ed è molto probabile che possa essere recuperato in una zona vicina al luogo di costruzione, quindi è a “Km zero”. 

PREGI

Risparmio

Il costo di costruzione e di gestione di una casa di paglia è molto più basso rispetto a un edificio tradizionale. Il vantaggio economico si nota nel tempo, risparmiando quasi il 75% dei costi energetici per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti. Nel caso in cui l’edificio viene progettato secondo i principi di bioclimatica è persino possibile portare a zero le spese eliminando gli impianti.

Ambiente

La costruzione di case di paglia è sostenibile per l’ambiente perché la materia prima è naturale e reperibile senza comportare lunghi trasporti, anzi il reperimento potrebbe persino essere a chilometro zero. Inoltre, una volta recuperate le balle di paglia compressa la costruzione delle case è molto veloce e il materiale riciclabile una volta dismesso.

Ma i vantaggi ambientali non si limitano a questo. Le balle di paglia costituiscono un ottimo isolamento termico. La trasmittanza termica, ovvero la capacità di scambiare calore, di queste pareti è tre volte migliore di quelle tradizionali, garantendo sempre un’abitazione di classe A.

Comfort

La casa di paglia è confortevole perché lo spessore delle balle (45 centimetri) funziona da isolamento acustico e permette la traspirazione naturale delle pareti, senza formare condense o muffe.

Libera da allergie

La casa di paglia non sviluppa allergie, diversamente dal fieno. Il materiale non viene trattato nella fase di imballaggio e non emette sostanze nocive o allergeni, l’intonaco a base di argilla che ricopre le pareti è comunque un’ulteriore garanzia.

Resistenza al fuoco 

La casa di paglia protegge dal fuoco. La paglia compressa nelle balle contiene una bassissima percentuale di ossigeno. I test tedeschi, su balle non intonacate, hanno dimostrato una resistenza R90 al fuoco (90 minuti di resistenza alla fiamma), maggiore rispetto ai materiali da costruzione convenzionali.

Sicurezza contro i terremoti. 

La casa di paglia ha un’ottima resistenza sismica, lo afferma il laboratorio del Network for Earthquake Engineering Simulation dell’Università del Nevada. Secondo la normativa antisismica italiana, ogni edificio deve prevedere una struttura portante, e la casa di paglia ne ha una in legno. Contro l’azione del sisma la casa costruita con le balle si comporta esattamente come gli altri edifici, con il vantaggio che la leggerezza del materiale sviluppa una minore accelerazione.

Bassi consumi energetici

La paglia è probabilmente il miglior isolante termico a basso costo. In una balla di paglia il valore di trasmittanza lineare K è di 0,09 W/mK e pertanto la trasmittanza termica di una parete di spessore 45 cm (standard per le balle) assume un valore pari a 0, 13 W/m2K. Tale valore, facendo un rapido confronto con le normali stratigrafie di parete esterna, è due o tre volte più basso (cioè migliore)! Si tenga presente che la normativa italiana richiede una trasmittanza termica pari a 0, 35 W/m2K nelle aree più fredde (zone F). In altre parole usare le balle di paglia danno la possibilità di realizzare facilmente e con poco denaro un edificio con certificazione energetica almeno in classe A. 

SVANTAGGI

I benefici della casa di paglia sono davvero tantissimi, eppure anche questi edifici hanno qualche svantaggio. L’uso della paglia non permette grandi elaborazioni planimetriche, rimane infatti con uno sviluppo molto semplice e la struttura in legno impone la costruzione di edifici bassi difficilmente adattabili a un contesto urbano. Questo sistema costruttivo è perciò utilissimo lì dove la struttura sociale non prevede lo sviluppo in verticale degli edifici o in un ambito rurale, in entrambi i casi gli esempi sono moltissimi.